La cooperativa di Brooklyn piu’ coop che c’e’

28 mar

La coop di Park Slope, Brooklyn e’ molto nota nel movimento cooperativo americano e a New York. Era a Park Slope molto prima che il quartiere di New York diventasse trendy, il più di moda per giovani coppie in carriera. Esiste dal 1973, molto prima che il mercato del biologico fosse nozione comune ( e che Wal Mart sapesse cosa fosse…). Ogni membro della coop deve dare 2 ore e 45 minuti di lavoro ogni 4 settimane per fare parte della coop e la regola e’ strettissima. Niente sostituzioni e scuse. Solo così si può entrare e fare la spesa. Quindi il risparmio sulla forza-lavoro consente un ricarico del solo 21% sui prodotti venduti. E’ consentito non lavorare più per la coop solo dopo i 60 anni con trenta anni di lavoro volontario alle spalle o a 65 con venti. La coop e’ comunemente appellata “very socialist”.
In questi giorni il New York Times le ha dedicato vari articoli perché e’ stato messo all’ordine del giorno un possibile boicottaggio dei prodotti importati da Israele. In passato e’ stato fatto per prodotti provenienti da South Africa, Cile e della General Electric, Coca-Cola e Domino. I 16mila membri della coop di oggi sono pero’ meno ideologici degli antichi fondatori. La questione e’ ovviamente di principio perché si tratta solo di mezza dozzina di piccole cose ( un pesto, la paprika,ecc. ). Questa sera un’affollata e contrastata assemblea ha infine votato respingendo il boicottaggio ( 1005 contro, 653 a favore ).

http://youtu.be/ylGVE0lv4kw

Comments are closed.