Postdichiarazione di non voto

25 feb

Ho ricevuto e rispedito al consolato italiano le due schede elettorali, nei tempi dovuti.
Ho lasciato bianche le schede. Per la prima volta.
Avevo votato a novembre per Obama. Ora avrei votato come sempre o, forse, avrei curiosato tra nuove opzioni. Ma non mi sono posto il problema. Penso che il voto degli italiani all’estero sia una demagogica presa in giro. Soprattutto quando arriva a toccare postitaliani che non praticano lingua, usi e costumi. Sono per il voto dove si pagano le tasse, si legge il giornale la mattina, si guardano i telegiornali, si fa la spesa, si aspettano i figli che tornano da scuola. Punto.
Non siamo Nembo Kid. Basta il voto nel paese in cui siamo residenti. All’altro, guardiamo con affetto.

Comments are closed.