Al Jazeera in America, non solo breaking news. Per una tv non solo You Tube

28 mag

http://youtu.be/Nl9sKCnBBx4

La CNN attraversa da tempo una crisi d’identita’ da cui fatica ad uscire.
MSNBC e FoxNews, le altre televisioni allnews, si giovano ma anche soffrono del loro essere molto schierate, una sulla left, l’altra sulla right.
C’e’ un bello spazio nel mercato delle breaking news, dei documentari, delle inchieste e non solo talk, per una televisione che punti a fare non solo aggregazione di notizie con opinione appiccicata. Per una televisione che non rimpasti quello che arriva da You Tube con un corrispondente che puo’ stare a Londra, a New York o a Roma ( come ben sappiamo ).
Al Jazeera America, che ha comprato lo spazio che era di Current TV, sta assumendo 800 tra tecnici, giornalisti,ecc su 22mila domande ricevute.
The Daily Beast/Newsweek ci ha raccontato molto sul rinvio della partenza della rete del Qatar in programma per l’estate e ci ha anche detto dell’occasione storica che si presenta di essere “the voice of the voiceless” ( la voce dei senzavoce ).
Il progetto iniziale prevedeva che il 60% dei programmi avrebbe dovuto essere made in USA. Ora si dice che lo saranno tutti. Certo l’ostacolo maggiore per Al Jazeera americana rimane la sua storia. La scommessa sta nell’uscire dalla Casa Bianca, dove si dice sia guardata con attenzione pur nella sua versione non ancora domestica  ed entrare nelle case americane. Ci puo’ riuscire facendo quello che si faceva una volta. Nel secolo avanti You Tube. Con le inchieste vecchio stile e andando sul campo, cosette che ormai fanno in pochi.

Comments are closed.