The revolution will be televised ( dicono loro ). La nuova, vecchia MTV

28 ott

Se ne parla da tempo. Ora ci siamo. E’ partita in modo ancora rudimentale REVOLT, la televisione musicale dietro cui c’e’ Sean Combs, “the richest man in the rap business” ( citazione di mio figlio ). La televisione che si propone di rifare MTV delle origini, ora che e’ diventata un’altra cosa. Una cosa che, in America, racconta una generazione fuori dalle grandi città’, dai colleges non marginali. Almeno per come la vedo io e per come non la guardo più’ ( la serie sulle ragazze incinta a 16 anni non e’ la mia cosa preferita in tv ).
Manager di MTV lavora nella nuova tv che ha grandi ambizioni, a partire da  New York, Los Angeles e Chicago, le città’ in cui Revolt si vede da qualche giorno. Ho l’impressione che Revolt non rimarrà’ una robetta locale. C’e’ un mercato la fuori che e’ stato abbandonato.

Comments are closed.