Il critico gastronomico del New York magazine non e’ più’ anonimo

30 dic

wte131230_platt_560
(Photo: Bobby Doherty/New York Magazine)

Adam Platt si autodenuncia nel rituale numero speciale di fine anno del New York magazine sui luoghi migliori in cui mangiare in città. Non andra’ più’ nei ristoranti prenotando con nomi falsi. Dice che con Yelp e Instagram siamo tutti critici. Solo che lui lo e’ un poco di più’.

Comments are closed.