Estados Unidos de America

5 apr

C’e’ una serie televisiva di cui si parla poco ma che spiega molto la rivoluzione demografica in corso negli Stati Uniti, scusate negli ESTADOS UNIDOS DE AMERICA. E che spiega molto di quello che e’ avvenuto con l’elezione di Obama e pesera’ moltissimo nelle elezioni a venire, in stati decisivi per la conquista della Casa Bianca. La serie si chiama LA REINA DEL SUR. E’ una rivisitazione, modernizzata, thrillerizzata delle vecchie telenovelas. Piu’ volte ha battuto i grandi networks nel fondamentale ascolto dai 18 ai 34 anni ed in generale il suo gradimento e’ in ascesa in tutti i gruppi di eta’. Grandi perfomances a New York (Nueva York), Los Angeles, Miami, Houston.
E’ prodotta da TELEMUNDO, il network ispanico che produce negli Stati Uniti molto piu’ di quello che acquista in America Latina. Guardare La Reina del Sur e’ un bel modo per leggere i risultati del censimento resi noti da poco.

I risultati del censimento dicono che gli ispanici sono 50.5 milioni, uno ogni sei americani. E’ la crescita piu’ eclatante nel mosaico americano. I latinos sono oggi il 16.3% del paese ed erano il 12.5% nel 2000 (la meta’ dell’aumento di popolazione negli Stati Uniti nell’ultimo decennio e’ attribuibile agli ispanici). Gli americani asiatici sono saliti al 4.8%, gli afroamericani sono aumentati poco e sono il 12.6% mentre i bianchi sono scesi dal 75.1% al 72.4% della popolazione.
Ma quello che piu’ conta e’ che il 46.5% di tutti i minori di 18 anni appartengono a gruppi non bianchi e quindi il trend e’ chiaro. Particolarmente evidente negli stati del sud (Kentucky, Alabama, Georgia, Tennessee, Virginia, North Carolina). Gli ispanici aumentano ovunque, perfino a Detroit dove si verifica il crollo demografico, che era cosa nota negli ultimi anni.
I latinos poi non pesano solo negli ascolti televisivi. Nelle ultime elezioni di midterm dello scorso novembre, stravinte dai repubblicani, il 60% dei latinos votarono comunque per il partito democratico, e nel 2008 il 67% scelse Obama contro il 31% che voto’ per McCain. In Texas, California, New Mexico, Washington DC i bianchi sono gia’ oggi meno della meta’ della popolazione.
Ecco perche’ la NEWS CORPORATION di MURDOCH ha appena annunciato la formazione di una nuova divisione chiamata FOX HISPANIC MEDIA. Si aggiungera’ cosi’ un terzo canale ai due gia’ esistenti di FOX, da realizzare con National Geographic.
Si allarga la competizione sul fronte dell’ascolto ispanico dove gia’ soprattutto nello sport e’ feroce. Ma ora, come hanno detto alla FOX, si punta piu’ in alto, “ad un telespettatore latino sofisticato con un’educazione americana”.

In questo quadro MARC RUBIO , neo senatore ispanico della Florida, era l’unico che poteva provarci l’anno prossimo a sfidare Obama con qualche speranza di trasloco alla Casa Bianca. Ma Rubio ha detto di voler andare fino in fondo al suo mandato di senatore. Adios amigos, per il momento.

Comments are closed.