STUDS TERKEL, la storia orale americana. Per capire questo paese leggete i suoi libri. E ascoltate le sue interviste radiofoniche

29 lug

Studs Terkel e’ morto a Chicago nel 2008. Aveva 96 anni.  Diceva di essere venuto su nell’anno in cui il Titanic e’ andato giù. Ha attraversato un secolo di storia americana, intervistando centinaia, migliaia di famosi e non, pubblicando libri, realizzando programmi tv ma soprattutto radiofonici. Se non lo conoscete vi consiglio, raccomando, imploro di andare a leggere “Division Street: America” (1966) ”Hard Times: An Oral History of the Great Depression” (1970) “Working: People Talk About What They Do All Day and How They Feel About What They Do” (1974) “ ‘The Good War’: An Oral History of World War II” con cui  nel 1985 ha vinto il Pulitzer, “The Great Divide: Second Thoughts on the American Dream” (1988) e “Race: What Blacks and Whites Think and Feel About the American Obsession (1992).
5000 interviste di Terkel, e’ notizia di questi giorni, saranno digitalizzate e free online grazie ad un assegno del National Endowment for the Humanities. Un tesoro condiviso.

Comments are closed.