Quello che non ti aspetti. Un fantastico museo a South Beach, Miami

7 nov

Si lo so, uno dice “vado a lavorare due-tre settimane a Miami” e voi pensate a quelle cose li.
Poi vi diro’ cosa sto a fare dalle parti di South Beach. Ma intanto ecco uno scampolo arrivato per me inatteso ( ignoranza ).
Miami e’ piena di bellissimi musei e, in attesa di Art Basel, ho visto gallerie in un’intero quartiere ( Wynwood ) ricoperto di graffiti che e’ una meraviglia. Molti italiani, come sempre.
Il museo visitato ieri e’ il Wolfsonian e una delle curatrici e’ l’italiana Silvia Barisione che arriva dalla Wolfsoniana di Genova. Il tutto e’ frutto della ossessiva ricerca del miliardario americano Mitchell Wolfson, Jr. ( gia’ sindaco della citta’, Miami ) che ha raccolto ( e continua ) piu’ di 18.000 opere d’arte, oggetti, memorabilia dal 1880 al 1945. Entrare al Wolfsonian e’ come entrare in una caverna che contiene molti pezzi di vite nostre e dei nostri nonni e oltre, che sapevamo esistessero ma non si vedevano piu’. Mi sono appassionato al primo televisore della RCA del 1939 destinato al pubblico e presentato alla New York World’s Fair. E a tanto altro.
A due passi dalla spiaggia. Quella che avete visto nelle fotografie se non siete tra i 200mila italiani che ci si vanno a stendere ogni anno.

FullSizeRender

Comments are closed.