A me American Sniper non e’ dispiaciuto

27 gen

Ho finalmente visto American Sniper. Rimandavo. Non so bene perche’. Ora ho capito. Temevo mi piacesse. Nel frattempo ho letto l’autobiografia di Chris Kyle.
Il film racconta il libro. Critica divisa in America. Basta verificare su Metacritic.
A.O.Scott, del New York Times, a cui non e’ piaciuto molto, chiude dicendo che e’ solo un film, semplificazione in chiave western di una storia piu’ complessa.
Denby, del New Yorker, la complessita’ ce la vede.
E forse il problema e’ che questa storia della complessit√† ha rotto le palle. La citavamo per dire che era sconosciuta alla fiction italiana. Poi e’ diventata un telo con cui copriamo le ( nostre ) nudita’, una cosa con cui lasciamo intendere chiss√†’ cosa.
Certo, sulla descrizione dei caratteri complessi la serialita’ tv e il cinema migliori costruiscono le loro storie. In American Sniper mancano pezzi della sua vita, certo anche questo. E’ un film. Anche su quel pezzo d’America ( per sottrazione ) che scarica le guerre sui Chris Kyle e va negli shopping malls a vedere American Sniper.
Mio figlio, invece, con cui ho visto il film, dice che non c’e’ sviluppo dei caratteri, che non ce li fa conoscere, che se doveva essere un film patriottico ha centrato l’obiettivo. Mio figlio di solito ci becca piu’ di me.

Comments are closed.