TRUST. Perche’ la storia di Brian Williams e’ importante

6 feb

Brian Williams e’ il numero uno dell’informazione americana. Io ho scelto ogni sera per anni NBC alle 18.30, l’ora dei TG, perche’ c’e’ lui alla conduzione.
Il suo Tg e’ il primo per ascolti. L’impalcatura si regge sulla credibilita’. Tutta l’architettura delle news dei telegiornali televisivi sta nella reiterazione di notizie che in genere gia’ conosciamo, abbiamo appreso dai nostri supporti elettronici ma che attendono una validazione generalista, un’eco autorevole.
Se lo ha detto Brian Williams, allora e’ vero.
Non a caso i dieci anni di Williams al TG sono stati celebrati dalla NBC con dei video interpretati da Michael Douglas e titolati Trust. Tutto questo rischia di non esserci piu’.
Brian Williams ha raccontato in due, tre occasioni pubbliche ( e in tv ) la storia dell’elicottero in Iraq nel 2003 su cui si sarebbe trovato e che sarebbe scampato al fuoco nemico grazie ad un eroico veterano che ha ringraziato. Il problema e’ che pare Williams non fosse sull’elicottero attaccato.
The New York Times e’ andato in prima pagina con la notizia e con due pezzi all’interno.
E’ capitato a molti politici di esagerare, addirittura inventare cose che li riguardano ma il falso per un giornalista, per chi racconta quello che accade, ha a che fare con la natura profonda del mestiere. In una fase in cui le notizie sono “opinionate” continuamente ( e “stagionate” dalla concorrenza online ) alla televisione ( quella che non e’ talk show ) e’ rimasto solo un potere di asseverazione, di certificazione della verita’. Per questo Williams e’ pagato 10 milioni all’anno. Non per altro.

FullSizeRender copy
FullSizeRender copy

Comments are closed.