Una storia americana

18 Mag

Il sesso, l’altro sesso, il secondo sesso, gli Stati Uniti sono un paese che implode quando si tratta di dettare regole su comportamenti, stili di vita, non dico violenze che e’ tutt’altra storia. Non parlo dunque di STRAUSS-KHAN che e’ la grande storia di questi giorni, degli infiniti scandali (soprattutto repubblicani) della politica e nemmeno del primo posto nel mondo che il paese ha (tra le “developed countries”) nella teen pregnancy, nelle nascite da ragazze tra i 14 e i 19 anni. Da tempo vorrei parlarne diffusamente. Credo sarebbe una grande serie televisiva. Il sesso nel mondo nuovo.
Oggi, invece, si tratta di una microstoria, nemmeno tanto micro, per capire questo paese. E’ la storia di un PROM. Il ballo di fine anno nelle scuole secondarie superiori che abbiamo visto in tanti film. Quello a cui i ragazzi partecipano prima di andare al college. In cui generalmente si invita una compagna di scuola e ci si veste formali, con il primo abito importante della vita. Non e’ roba da HAPPY DAYS, e’ storia ma anche attualita’ del costume di questo paese.
Un prom di una scuola del Connecticut e’ approdato la settimana scorsa in tutte le televisioni e il New York Times ha scritto nella prima riga di un suo pezzo “Dimenticate William e Kate”. E’ la storia del giovane JAMES TATE che e’ andato all’una di notte, con alcuni amici, ad appendere una scritta (fatta di cartoni con lettere) nella sua scuola: “SONALI RODRIGUES verresti al prom con me? Tate”. James Tate e’ stato sospeso dalla scuola per un giorno. Sonali aveva intanto accettato l’invito. Ma la regola della scuola e’ che chiunque venga sospeso per qualsiasi ragione dopo il 1 aprile non possa partecipare al prom. Una regola che la preside ha dichiarato sarebbe stata osservata, senza eccezioni. Ma nel mondo di Facebook e Twitter e’ esplosa la rivolta che ha attirato media e politici locali.

Tutti per James e Sonali liberi di andare al prom. Gli studenti della scuola hanno organizzato un sit-in di protesta. E cosi’ alla fine la preside Beth Smith ha consentito a James di andare al prom con Sonali. Il rito di passaggio e’ salvo, la bella coppia ballera’ il 4 giugno nella scuola, la Shelton High School e ci saranno sicuramente televisioni e stampa.
La storia e’ bella perche’ dice tante cose che non c’e’ bisogno di spiegare. Basta che lasciamo in pace James e Sonali, da domani.

Comments are closed.