Se 600mila dollari vi sembrano pochi. Ecco perche’ sale Bernie Sanders

19 gen

C’e’ stata una cosa detta da Bernie Sanders nel dibattito NBC-You Tube di domenica scorsa a cui Hillary Clinton non ha replicato. E quindi siamo rimasti con una curiosita’ inevasa.
Sanders, per provare il legame della Clinton con Wall Street, ha detto che Goldman Sachs le ha dato 600mila dollari come compenso per discorsi da loro commissionati, in un solo anno.
Naturalmente, anche se fosse vera la cosa, non prova alcuna precisa connessione. Di discorsi a banche d’affari e no, assicurazioni, ecc. i Clinton ne hanno fatti tanti.
Non capisco cosa possano avere detto di cosi’ interessante che le istituzioni finanziarie non sapessero gia’. E qui l’insinuazione di Sanders cade in un imbuto stranoto.
Sono noti i salari dei capi di stato-primi ministri.  Come e’ noto il fatto che dopo avere lasciato la Casa Bianca in genere si diventa ricchi ( con libri di memorie e non solo ). Ma c’e’ chi rastrella di meno e chi di piu’.
Diciamo che i Clinton non sembrerebbero essere molto selettivi nel regalare le loro pillole di saggezza.
E cosi’ uno come Bernie Sanders, che dice di non possedere uno smoking, e che vediamo sempre con lo stesso cappottino, sale.
E’ l’ora degli outsiders, come abbiamo capito. Non e’ detto che duri. Stamattina in tv ci hanno fatto sapere che Jeb Bush, dato per morto, sta crescendo.

Comments are closed.