Eroina, la crisi americana. Nel silenzio, ne parla la PBS

24 feb

Ho visto FRONTLINE questa sera.
Lo storico programma di inchieste della PBS, uno dei pochi rimasti nel prime time, ha affrontato l’epidemia di eroina che attraversa una porzione non irrilevante dell’America della middle class bianca. Non e’ la prima volta.
In galera pero’ finiscono gli afroamericani, in una percentuale nettamente maggiore.
Siamo a Seattle e vengono seguite varie storie. Non puoi fare a meno di pensare ai genitori di quei figli perche’ questo siamo. Qualcuno di loro si vede, parla e ti spezza il cuore.
Le storie di Johnny e Cristina sono intrecciate con quelle delle assistenti sociali che hanno una trentina di casi, di “clients” come vengono chiamati i tossici seguiti.
Dal 2002 al 2012 i ricoveri in comunit√† sono quadruplicati in America. Il professori messo a capo dalla Casa Bianca della task force che prova ad arginare l’epidemia ha avuto due figli eroinomani ( uno e’ morto ).
Lo scorso mese Obama ha allocato 1.1 miliardi di dollari per arginare la crisi.
Le storie narrate da Frontline ci portano dentro un’America che non vediamo mai. Se non abbiamo il problema in casa.

Comments are closed.