E’ cominciata la nuova stagione di GIRLS. Ci importa o no ? Una lettura “politica”

25 feb

Domenica scorsa è partita la quinta stagione di GIRLS. Ci sara’ ancora una sesta e poi basta.
Le Girls sono vicinissime ai 30 anni e stanno per uscire dal gruppo demografico dei millennials ( la generazione nata tra il 1982 e il 2000, secondo lo U.S. Census Bureau ).
Per la prima volta in America i millennials ( 83.1 milioni ) superano il gruppone dei baby boomers.
Ci sono piu’ coetanei dei miei figli che miei. Questa e’ una variabile che pesa nel ciclo elettorale che ci sta appassionando. Fino ad oggi gli anziani hanno votato in proporzioni largamente maggiori ai giovani.
Abbiamo visto come la candidatura Sanders stia galvanizzando gli studenti dei colleges ma evidentemente questa è solo una porzione del voto dei millennials.
Hannah-Lena Dunham
è andata in Iowa a fare campagna per Hillary. E’ gia’ passata di generazione  ? E’ piu’ saggia di come si disegna nella serie televisiva ? Il suo seguito su Twitter ( 4.2 milioni ) non si specchia negli ascolti televisivi. La prima puntata di questa stagione è stata la meno vista di ogni precedente inizio. 406.000 spettatori ma ancora piu’ impressionante è lo 0.2 registrato nel gruppo demografico che va dai 18 ai 49 anni. Un macello per la “opinion maker dei millennials”.
La critica ne ha parlato molto bene ( Entertainment Weekly, The New York Times, ecc. ) ma quelle righe le leggiamo io e qualche malato.
I millennials la scorsa domenica hanno ignorato Hannah. E’ vero che proprio loro sono il gruppo meno presente nella visione in tempo reale e poi recuperano dopo ma in questo caso la caduta è di quelle che fanno male.
Eppure la puntata era graziosa. Carina, per dirla con un aggettivo che fa schifo.
Non c’e’ piu’ niente di trasgressivo o semplicemente interessante. Hannah e le sue amiche sono come i nostri figli. Incerti, confusi, entusiasti a tratti, apatici a tratti, sanno piu’ cose di noi alla loro eta’ anche se hanno letto due libri e nemmeno li hanno finiti.
Hannah-Lena vota Hillary ed è come la mia simpatica vicina di 56 anni, che odia Trump e un poco pure Bernie Sanders.

Comments are closed.