“The Night Manager”, la serie da John le Carre’ con Hugh Laurie (Dr. House ). Robetta convenzionale

21 apr

Sempre rischioso giudicare nuove serie dalle prime due puntate. Puo’ accadere come nel caso di The Girlfriend Experience che poi vedi tutti i dodici episodi e cambi idea. Devo dire che, come sempre , visto di seguito il racconto prende forza.
Nel caso di The Night Manager, la miniserie di BBC One in sei puntate in onda contemporaneamente anche in Italia, e qua su AMC ( la rete di Mad Men e Breaking Bad ) ci risiamo. Mi e’ sembrata tutta stereotipi. I buoni e i cattivi. Tanto che uno si chiede come abbiano fatto ad appiattire la scrittura di le Carre’.
Ho letto che “colpi di scena” arriveranno ma il tessuto e’ quello che in questi anni abbiamo apprezzato con Homeland e in questo caso siamo parecchio lontani.
Sembra di assistere ad un film di James Bond – è stato scritto – ma negli anni ci siamo abituati a trame piu’ complesse e in questo caso sembra di tornare un poco indietro. Forse anche la regia ( molto lodata dalla critica ) e’ troppo presente, sopra le righe, inutilmente enfatica.
The Night Manager si lascia vedere ma ormai il tempo è quello che è e l’offerta è tale che ci permette di mettere da parte questa serie per i giorni in cui avremo visto tutto, ma proprio tutto.

Comments are closed.