STREET FOOD, quello con il domicilio fisso

7 ago

Giornata per le strade di Calcutta e sui marciapiedi spesso occupati da baracche o semplici teli di plastica, carbone per cucinare e un’asse di legno per dormire. Tra i passanti e le macchine.
Ci ha accompagnato la responsabile indiana di Missione Calcutta, onlus. E’ conosciuta.
Con lei abbiamo parlato con donne che vivono con i figli da venti, quaranta anni negli stessi due-tre metri quadrati di marciapiede. Dicono “casa mia”. Ogni tanto la polizia arriva a sgomberare e buttare tutto all’aria. Il giorno dopo si torna “a casa”.
Molto spesso mariti inesistenti, fuggiti, spesso ubriachi. I bambini che ho visto vanno a scuola, almeno fino ai 14 anni.
Si cucina a tutte le ore.
Le donne lavorano nelle case ( quelle con un tetto vero ) a fare pulizie tutta la settimana. Stipendio medio 15 euro al mese.
Oggi pioveva e il sogno di molte – ho chiesto quale fosse – e’ un telo di plastica sulla testa, nuovo.

IMG_2157
IMG_2165
FullSizeRender
IMG_2159

Comments are closed.