RICCHI D’ITALIA. Un programma Rai di piu’ di dieci anni fa

14 set

Nel 2004 ho lavorato ad un programma di Rai Tre, titolato Ricchi d’Italia.
Il programma era condotto e raccontato dallo scrittore inglese Tobias Jones.
E’ possibile, giusto, interessante parlare dei ricchi ? Ovviamente si.
Se non sbaglio nella prima puntata c’erano Amadori e Garrone.
Oggi leggo di qualche polemica su un programma Rai che racconta giovani ricchi. Non ho visto il programma, con titolo in lingua inglese.
Nella televisione americana, soprattutto in canali cable ( meno sui grandi networks ) è andata in onda una varia umanità di ricchi e loro “declinazioni”.
Su Instagram e social fanno sfracelli. Certo in America si parla di soldi piu’ laicamente. Anzi mi correggo. Piu’ religiosamente, nel senso che c’è una letteratura sul denaro, religione di stato.
In Italia abbiamo un rapporto diverso con la ricchezza, in parte liberato dall’ascesa di Berlusconi.
Discorso lungo, complesso. Vorrei dire solo che si possono raccontare i ricchi. Credo si debbano raccontare i ricchi, come i poveri. Ognuno giudichi come.

PS Se esiste ancora, rimanderei in onda Ricchi d’Italia. Cosi’, per dire.

Comments are closed.