Viviamo in mondi paralleli

27 set

Se uno va stamattina su Drudge Report, Trump ha stravinto.
Se uno ha visto solo i primi trenta minuti del dibattito, Trump ha stravinto.
Se chiedo al tassista che ho incontrato oggi, Trump ha stravinto.

Non è andata cosi’ per tanti che hanno assistito ieri al dibattito televisivo tra Donald Trump e Hillary Clinton. Ma tutto questo non ha piu’ importanza. Viviamo in bolle separate.
E’ saltata la prova dei fatti, della verità, del fact checking che tanto ci era piaciuto nell’ultimo ciclo elettorale. Si continua a farlo ma siamo sul chissenefrega.

Internet, i social hanno cambiato tutto. La carta stampata conta come il Corriere dei Piccoli.
La televisione, stravolta dalla corsa agli ascolti, ha fatto il resto.
La televisione non e’ piu’ lo specchio di quello che accade. Lo specchio e’ andato in mille pezzi e questi frammenti di vetro offrono conforto, parlano a parrocchie separate.

Ieri sera, pero’, eravamo a reti unificate. Tranne la partita di football del lunedì su ESPN. Ecco, in questo caso si sa chi ha vinto e vale per tutti. Atlanta ha battuto New Orleans.

Comments are closed.