WEEKEND RECAP

15 gen

APPARIZIONI 1
Mercoledi a Tucson, Arizona, si e’ tenuto il Memorial per le sei vittime della strage. Ha parlato il presidente OBAMA che aveva appena visitato GABBY GIFFORDS, la rappresentante del Congresso, ferita alla testa e fuori conoscenza dal momento dell’attentato.
Appena uscito dalla stanza dell’ospedale, Obama ha detto: “Gabby opened her eyes for the first time”, Gabby ha aperto gli occhi per la prima volta.


EROI 1

In America c’e’ una nota tendenza a nominare eroi sul campo passanti che vivono 15 minuti di fama come un qualsiasi concorrente di reality.
La televisione e’ la realta’ . Nel caso della strage di Tucson sono davvero eroi lo stagista, i pensionati che si trovavano alla piccola manifestazione (“Congress on your Corner”, il Parlamento all’angolo di casa vostra) e che hanno disarmato l’assassino.  Eroi sono stati anche definiti i dottori dell’University Medical Center di Tucson in cui sono ricoverati la deputata Gaby e gli altri 12 feriti. Appaiono spesso in televisione a darci i bollettini medici. Uno di loro, il dottor PETER RHEE, e’ stato medico militare in Afghanistan e Iraq. Di  poche parole,  il dottor Rhee ha detto che avere a che fare con questa emergenza di Tucson e’ stato, relativamente, semplice.
Verrebbe da dire che le guerre servono a qualcosa, se non fosse un’idiozia.

APPARIZIONI 2

Martedi a Miami, Florida, Martina, mia figlia, e’ quasi svenuta mentre passeggiava dalle parti di Collins Avenue. Ha visto “il LIBANESE” dall’altra parte della strada. Francesco Montanari, l’attore di ROMANZO CRIMINALE, e’ risorto a South Beach.

AMMAZZA CHE FORTUNA 2
Sabato scorso ho scritto di TED WILLIAMS, il senzacasa diventato famoso in un giorno per essere balzato dalla strada, dove chiedeva elemosina, agli studi di innumerevoli televisioni, grazie alla sua “golden voice”, la sua voce d’oro da annunciatore radio.
Qualche giorno dopo a Los Angeles la polizia locale e’ intervenuta nella camera d’albergo in cui era Ted con una dei suoi nove figli (sembrava fossero quattro) dopo una violenta disputa tra loro. Ted aveva detto di non essere piu’ alcolista da due anni. Pare non sia vero. E cosi’ e’ intervenuto Dr. PHIL, il  terapeuta televisivo in onda tutti i giorni sulla CBS dalle tre alle quattro del pomeriggio.
Dr. PHIL si e’ fatto promettere da Ted che entrera’ in un (lussuoso) centro di disintossicazione. Sembrava, settimana scorsa, che Ted avesse firmato un contratto da annunciatore con la NBC. Ora la CBS lo avrebbe strappato alla concorrenza. Tranquilli, non e’ finita qua.

UOMINI CHE PIANGONO 1

Il repubblicano John Boehner, nuovo Speaker of the House, successore di Nancy Pelosi, piange spesso in televisione. Le lacrime scorrono sul suo volto abbronzato soprattutto quando ricorda di essere il secondo di dodici figli in una famiglia “di umili origini” dell’Ohio. Anche Joe Biden, il vicepresidente, piange spesso in televisione. Come gli e’ accaduto questa settimana parlando alle truppe in Iraq. Lacrime bipartisan.

APPARIZIONI 3
Rinviata per la quinta volta la prima di SPIDERMAN a Broadway. Adesso la nuova data e’ il 5 marzo. Proseguono le anteprime a pagamento. Le anteprime piu’ lunghe della storia di Broadway. Volare oh oh.

FINALE E THANKS
Settimana di rinnovi di serie e bocciature per la nuova stagione nella televisione in America. Ogni anno appesi al filo degli ascolti.
60 MINUTES arrivera’ presto ai 100 EMMY vinti  e se li merita tutti.
A me basta che mi lascino MAD MEN e JON STEWART. Con solo questi tre programmi non ci fai pero’ una televisione. Oprah non ce li ha e l’ha fatta. Gli ascolti vanno benone per ora. Io ho aperto questo blog il giorno della nuova tivu di OPRAH.Vediamo se porta bene.
E grazie davvero a chi ha segnalato il blog e mi ha scritto.
Non pensavo ad un impegno cosi coinvolgente. Spero di farcela. Anche grazie a Simone che mi aiuta dalle parti di Vicenza, Italy.

PS E un grazie (pubblico) a Cristina, mia moglie, che faceva la grafica in un’altra vita e ha disegnato “il bozzetto” del blog.

Comments are closed.