La televisione all news che ha conquistato la Casa Bianca

26 mar

È un partito, un movimento se preferite.
FOX News, la televisione di Murdoch, che trovi digitando il numero 44 a Manhattan è la dimostrazione della rilevanza dell’elettrodomestico dato per morto un giorno si e l’altro pure.
The New York Times ci racconta 18 ore passate a guardare FOX News, MSNBC e CNN, le televisioni che di talk in talk, di breaking news in breaking news, tengono l’America incollata alla televisione nell’era Trump. Anche se non da oggi.
FOX News ci aveva regalato il Tea Party e, in generale, ha dato voce all’America che non è New York e la California. L’America che siamo soliti chiamare “profonda” per dire di una cosa che non conosciamo e ci fa anche un poco schifo ( perche’ non la conosciamo ).
Io, in verita’, la frequento per connessioni familiari e posso dire di saperne qualcosa. FOX News è aperta in ogni bar di quei territori che sono fuori dalla settimana di viaggio di nozze degli sposini italiani, europei.

FOX NEWS e MSNBC hanno rotto l’equivoco della televisione “oggettiva”, imparziale. Sono schierate  e non lo nascondono anche se nei loro slogans ci dicono il contrario. Con la differenza che i liberals, progressisti sono ovunque, in tutti i networks e FOX News lotta da sola o quasi. Per questo si è caricata il paese che negli anni della presidenza Obama ha macinato risentimento e si è sentito abbandonato, lontano da Hollywood, Washington, Manhattan.
Trump cita frequentemente FOX News nei suoi tweets e ricava dalla visione dei suoi programmi i fatti che rimbalza. È un ping pong perche’ FOX News fa lo stesso. Questo gioco mediatico si è fatto movimento, organizzazione.
La stessa CNN ha deciso di schierarsi e lo ha fatto contro Trump. Era difficile tenersi fuori.

FOX News ha perso negli ultimi mesi il suo storico fondatore Roger Ailes, accusato da conduttrici del network di molestie sessuali. Ha perso anche il suo volto simbolo, quella Megyn Kelly che si è scontrata con Trump in uno dei dibattiti della campagna elettorale. I vuoti non si sono risolti in perdita di telespettatori.
La televisione schierata vince. Anche MSNBC e CNN stanno godendo della radicalizzazione che hanno abbracciato.
Ci sono lezioni da imparare per noi, volendo. La televisione italiana grillizzata nei talk shows serali, per evidenti ragioni di ascolto, segna un cambio di marcia storico nella gestione del servizio pubblico. Per decenni il piccolo schermo ha specchiato il partito, le coalizioni al potere. Oggi ha fatto un salto nel futuro. Come FOX News si è fatta movimento. Ma all’italiana, “a sua insaputa”.

Comments are closed.