Numeri che raccontano due paesi. Il sabato sera la televisione in America non conta

12 nov

Guardavo oggi la platea di Rai Uno e Canale 5 del sabato ( Tu si que vales e Tale e quale show ). Nulla o poco è cambiato negli anni. Il varieta’ del sabato sera ancora somma numeri incredibili.
In America è la serata a perdere per i pubblicitari che si rianimano solo all’avvivcinarsi della mezzanotte con Saturday Night Live. Che pure ormai fa più ascolto su DVR (registrato) o fuori tempo reale (su telefono,computer). Anche il venerdì americano, pur in ripresa, non è serata televisiva che incolla al divano.
La domenica sera rimane quella dello scontro delle serie con la platea più larga. E poi restano quattro giorni per la guerra degli ascolti, tradizionalmente divisi in sport, comedy, reality, serie.
Negli anni la frammentazione in generi “day by day” è andata scomparendo, con la crescita della visione differita.
Puo’ darsi pure che non ci sia poi una gran differenza tra i due paesi, almeno televisivamente (poche metropoli, ascolto frantumato in borghi, piccole citta’ e “nel nulla”). Certo che in America i telespettatori del sabato sera non fanno un interessante bacino tv. Fanno antropologia geriatrica.

Comments are closed.