Uomini e donne

16 nov

img_4459
img_4463
img_4460

Stamattina ho visto per la prima volta l’inizio (alle nove) del nuovo day time della NBC con Megyn Kelly.
Kelly è stata il volto di FoxNews . Ha lasciato la televisione di Rupert Murdoch dopo avere denunciato una cultura di molestie sessuali nel network ( il presidente e il più importante conduttore della stessa costretti alle dimissioni).
Oggi è partita con denunce per simili faccende nel Congresso americano. Salta fuori che numerose cause sono state messe a tacere con il denaro (pratica comune in America) negli ultimi dieci anni.
Questo accade mentre i cittadini dell’Alabama stano per andare alle urne (12 dicembre) per scegliere un loro senatore e riempire il seggio lasciato vacante dal senatore Sessions (ora procuratore generale) nell’amministrazione Trump. Seggio fondamentale per la manutenzione della maggioranza repubblicana al Senato.
Il settantenne Roy Moore repubblicano è accusato da una mezza dozzina di donne di averle molestate quando erano adolescenti. Roy Moore continua ad essere in testa nei sondaggi ma sara’ interessante vedere come si comporteranno i suoi compagni di partito se sara’ eletto.
Vedere quanto questo vento che sta soffiando per mutare una cultura sedimentata sara’ capace di penetrare nelle finestre di Washington.
Intanto, scoppia il caso Al Franken, una volta comico nel Saturday Night Live e ora senatore democratico.
La notizia che ci voleva “per equilibrare le molestie”. Allegria.

Oggi leggiamo poi che, non differentemente da parecchi altri luoghi di lavoro, anche a VICE si sarebbe respirata un’aria “tossica” per alcune donne che lavorano in un dipartimento dell’organizzazione di news.
VICE, quella che abbiamo visto crescere in alternativa ai vecchi networks. Sempre uomini.

Comments are closed.