Par condicio de che ?

28 feb

Lo sport nazionale mi sembra sia dare addosso a Renzi, in televisione. Comici, giornalisti e quelli a meta’ tra i comici e i giornalisti si impegnano parecchio in questi giorni.
Le inchieste le fanno Fanpage e le Iene in un paese in cui la stampa registra una progressiva perdita di senso (e di copie).
La ridicola par condicio televisiva non sta in piedi perchè fuori dal tempo.
Il bacino dei telespettatori, in questi ultimi giorni di campagna elettorale, non si sposta sui talk shows che registrano gli stessi ascolti del resto dell’anno.
La parrocchietta degli interroganti si sposta da un programma all’altro e ti chiedi quando trovino il tempo per lavorare ai giornali che li pagano. Comunque schierati, sono la prova di una impari “condicio”, violata ad ogni suono che emettono.
Nel meraviglioso mondo in cui Fazio lancia “fratello Mauri” e Crozza parte nell’assolo anti Renzi la par condicio √® lo specchio di un mondo imploso che se la canta e se la suona. Senza pubblico, che quello sta sulle fiction di Rai Uno e l’Isola dei famosi.

Comments are closed.