Quei messaggi dall’isola

28 lug

I telegiornali americani raccontano gli ottanta minuti dell’assassino norvegese sull’isola attraverso i messaggi dei ragazzi ai genitori.
Julie dice alla mamma del pericolo e di avvisare la polizia.

Poi Julie scrive alla mamma che le vuole bene anche se ogni tanto non si comporta bene.

Sembra un addio, la mamma racconta di averlo pensato ma Julie e’ salva.

Tornano in mente le telefonate dalle torri dell’undici settembre. In Norvegia sono i figli a dire ai genitori “ti voglio bene”.
Dieci anni fa erano i grandi a dirlo ai piccoli.

Comments are closed.