Truismo. Non altruismo.

22 nov

Ho letto stamattina poche righe sull’indotto parolaio scatenato dal rapimento della cooperante in Kenya.
Non sono andato molto oltre. E’ anche Thanksgiving.
Siete mai stati in Kenya ? Non dico a Malindi a Natale. Nella bidonville di Kibera, la piu’ grande dell’Africa. Io ci sono stato. E da quando passo molto tempo in America, nell’America che ci ha dato quello che siamo oggi (Internet) ho visto cose che voi umani solo immaginate. Anche se siete altruisti nelle Scampie d’Italia.
Leggo biografie di chi elenca missioni da cooperante fatte in gioventù. E leggo commenti derivati.
L’idea che la cooperazione sia una parolaccia è un segno dei tempi. E che ci sia bisogno di spiegarne il significato, il senso è roba da pazzi.
Il prossimo anno dovrei tornare per la quarta volta nella casa delle bambine di strada a Calcutta. E poi andare in altre aree del mondo dove opera la cooperazione italiana. Che non ha nulla a che fare con ‘l’altruismo”. Ha a che fare con la nostra identità. Con quello che siamo. E il nostro futuro. Concreto, non ideologico.
I muri fisici sono come quelli che Trump ha promesso di costruire due anni fa, nei comizi. Per ora c’è solo il plastico. I muri virtuali sono perfino peggio.

Comments are closed.