Figli, scuola, regole

22 giu

Sto montando il viaggio in Mozambico per Rai Italia e il viaggio tra i Maestri elementari per TV2000.
Non riesco, come sempre, a separare il lavoro dal resto. La fortuna di fare cose che intrecciano tutto. Molte ore in due salette ma questo non mi è mai sembrato un lavoro. Vabbe’.
Ieri stavo ascoltando l’intervista fatta alla maestra Raffaella di Bologna che ha detto “poche regole ma…”. Avevo appena letto Annalena Benini sul Foglio che, a proposito di figli, scrive di una regola, almeno.
Mi sono accorto cosi’ di non avere mai dato una regola, ai figli. E nemmeno di averne ricevute dai miei genitori. Sono di quelli che crede che la regola sia il tuo comportamento, quello che fai e come lo fai. Anche e soprattutto quando sbagli. Poi tanto i figli, che sono altro da noi, faranno come crederanno.
Negli ultimi tempi in tanti si sono esercitati a scrivere libri sul rapporto genitori-figli. Ormai occupano un intero angolo delle librerie. Ne ho letti parecchi senza ricavarne molto. Perche’ anche noi lettori siamo altro da quelli che scrivono di noi, genitori.

Comments are closed.