La vita, a calci

17 ago

La Premier League, il piĆ¹ bel campionato del mondo, ci droga di calcio nel weekend.
Giocano, in Inghilterra due, tre volte a settimana e corrono sempre, il doppio dei nostri. Forse meno l’ultima Atalanta (lo dico per chi ci capisce).
Poi pero’ capita di leggere Lukaku appena atterrato all’Inter dalla League che parla di allenamenti molto piu’ duri in Italia ( ??? ). E allora ti ricordi che i calci ad una palla per cui perdiamo la testa (lo dico a quelli del club) sono una cosa meravigliosa perche’ appartengono ad un mondo bambino, interpretato da ragazzi, consumato da fanciulli dentro.
E lo capisci leggendo un bel pezzo sul Foglio sportivo di oggi. Marco Pettenello racconta di una giornata a Buenos Aires alla ricerca di una tv per vedere la Fiorentina in coppa, nel 2009. Quando ancora nelle coppe c’eravamo. La trova in un barrio, a casa di un bambino di nove anni tifoso della viola come lui, in memoria del padre.
Perche’, perche’ tifo Fiorentina ? Senza senso, una scelta bambina, fatta a quatto anni.

Comments are closed.