Datteriland

7 set

img_6574
img_6572
img_6583

Il deserto del Sahara avanza. Abbiamo percorso chilometri senza incontrare un umano. Fino ad un’oasi e poi ad alcuni villaggi di recente costruzione. E tante, tante palme da dattero. Le prime sono state piantate trenta anni fa ed ancora in due fasi successive fino ad oggi.
A circa settemila nomadi è stata data un’abitazione, scuole, moschea ed un campo. In Tunisia, i datteri sono il frutto nazionale e ci hanno decantato le sue proprietà che paiono essere infinite. Il plusvalore pero’ sta nella produzione di reddito che direttamente generano per i nuovi residenti e poi indirettamente per la catena della commercializzazione. Dalla sabbia al dattero. La cooperazione italiana è partner storico con il governo tunisino di questa impresa.
Ottocento grandi ( ENI ) piccole e medie imprese italiane in Tunisia significano 63mila posti di lavoro. Anche ma non solo datteri. Queste storie non le racconta nessuno.

Comments are closed.