Il migrante, di ritorno

3 ott

Il migrante di ritorno rischia di essere una figura retorica.
Ne ho incontrati alcuni nei viaggi attraverso la cooperazione italiana in Africa.
Il racconto di Samba, fatto oggi in una campagna nel sud del Senegal, è di quelli che accompagneranno la sua vita per sempre.
Samba è partito con cinque amici da un villaggio senza acqua e luce. E’arrivato in Libia. La sua barca si è rovesciata in mare quasi subito. Erano oltre in cento. Sono sopravvissuti in 17, dopo una notte in acqua in attesa della guardia costiera libica.
Samba è passato per un campo di prigionia prima di fare ritorno a casa.
Oggi Samba coltiva la sua terra. Il suo racconto, nelle sue parole, è un’altra cosa da questa sintesi. Non solo per le paure e torture. C’è un immaginario affogato in mare difficile da descrivere.

img_6739

Comments are closed.