La scelta, in TV

25 Dic

È stato un anno, il mio, pieno di viaggi.
Ho cominciato con l’India, la quarta vota a Calcutta e ho chiuso con la Giordania.
Molta Africa. Ora sono in America e sto provando a recuperare tante cose perse. Serie ma non solo. Si avvicina L’Iowa, a febbraio, e vorrei andarci. Ci sono andato nei tre cicli di elezioni presidenziali passate ma questa volta non sara’ possibile perche’ saro’ a montare altro.
Guardo MSNBC e FOX News alla mattina e la tristezza delle candidature dei democratici pareggia quella dell’unico candidato uscente dalla Casa Bianca.
Bernie Sanders, che aveva emozionato la scorsa volta, sembra uno dei miei LP anni Sessanta , Settanta che sto risentendo dopo anni, essendomi regalato un giradischi per Natale. Non c’è una voce, un volto in grado di raccontare l’America meticcia che mi interessa. Buttigieg, l’unico con carta d’identita’ ok, è troppo bianco, troppo Midwest, troppo scolastico.
Insomma la scelta spero sia diversa. Intanto (triste gioco di parole come la platea dei candidati) questa sera e domani alle 23 TV2000 ha deciso di rimandare in onda le bambine di Barasat, Calcutta, in due parti. Sono la mia unica scelta. Titolo La SCELTA.

Comments are closed.