La gita a Chiasso

13 ago

Scriveva Arbasino anni fa (1963) : ” Bastava arrivare fino alla stanga della dogana di Ponte Chiasso, due ore di bicicletta da Milano, e pregare un qualche contrabbandiere di fare un salto alla più vicina drogheria Bernasconi e acquistare, insieme a un Toblerone e a un paio di Muratti col filtro, anche i Manoscritti economico-filosofici di Marx (1844), il Tractatus logico-philosophicus di Wittgenstein (1921)…”
Sul lago di Como, dove mi trovo, a cinque minuti da Ponte Chiasso, Svizzera, questa mattina al bar si parlava di altre gite, altri acquisti e depositi. Non si trova piu’ una cassetta di sicurezza in cui stipare le mazzette di euro in fuga dall’Italia. Bisogna arrivare a Lugano e anche oltre diceva qualcuno.
Che tempi, signora mia.

Comments are closed.