La televisione in loop

20 Mar

C’è un prima e dopo quel video del convoglio militare che trasporta salme da Bergamo. Di notte.
Guardo solo la conferenza stampa della Protezione civile. Poi, dalla cucina, ascolto alzando il volume un poco di TG3 e Mentana. Chiuso.
Collegati su Skype (che per me era morto con FaceTime e Whatsapp) parlano in tanti che aggiungono zero informazioni a quelle che sappiamo. Anzi generano confusione e panico perché ne sanno quanto me, cioè niente. L’unica cosa che ho capito è che i contagiati asintomatici sono un mare di piu’ di quelli che rientrano nel bollettino serale.
Il brancolare nel buio di governi e organizzazioni mondiali sanitarie ci riporta a quel video del convoglio militare. A quella notte in cui tutte le notizie sono nere.
Ci vorrebbe un’idea. Che non sono i concertini e gli aperitivi in chat. E parlo solo di televisione. Nel frattempo, “La vita è meravigliosa” di Frank Capra.

Comments are closed.