Questa è una notizia che cambia il corso della storia. In TV

28 Giu

Allora leggo su Hollywood Reporter che cambiano, dopo decenni, alcune voci di attori a cui ci eravamo affezionati dei cartoni animati storici, in America.
I protagosti di colore (afroamericani e asiatici) parleranno da ora in poi con la voce di attori di colore, nei SIMPSONS e in FAMILY GUY.
Gli stessi impersonificatori di pelle bianca che saranno sostituiti (alcuni dopo venti anni) hanno dichiarato che è giusto così.
Immagino che una notizia del genere possa fare sbudellare dalle risate in Italia, dove l’industria del doppiaggio ha un peso diverso. Quello che va colto è che negli Stati Uniti si sta finalmente vivendo, non senza opposizione, una svolta storica.
Il melting pot, l’assimilazione delle radici in un solo albero non ha funzionato.
È bello camminare per le strade di New York ed incrociare il mondo. Ascoltare pezzi delle 150 lingue che si dice siano parlate nella città. Poi, di sera, la metropolitana riconsegna ognuno ai suoi ghetti.
La televisione (e i suoi autori più intelligenti) non poteva rimanere impermeabile a quello che sta accadendo. Cadono le statue. Può pure cambiare Hollywood, che sulle statuine ci ha campato una vita.

Comments are closed.