Una storia di rifiuto del denaro. Vi sembra da pazzi ?

1 Lug

È scomparso a 81 anni l’autore del libro Il Laureato da cui è stato tratto il film, del 1967.
La colonna sonora, con Simon & Garfunkel, è tra le più belle di sempre.
Charles Webb scrive Il Laureato a 24 anni. Famiglia borghese (si può dire ancora?) successo, incontro con l’amore e due figli.
Una vita spesa rifiutando il denaro e donando sempre ad organizzazioni umanitarie quello che riteneva fosse superfluo. Eredità, royalties.
Scrive poco Webb, parla poco e vive con pochissimo. Fa il commesso, bracciante, pulizie in un motel, manager in una colonia di nudisti in New Jersey. Divorzia perchè contrario all’istituzione del matrimonio ma poi lui e Fred si risposano per ottenere un visto e la residenza in Inghilterra. Fred muore nel 2019. Per Charles il denaro sarà fino alla fine “sterco del demonio”.
In una rara conversazione del 2008 Webb dice cosa pensa della vita, comunque riassunta dai lavori che si è scelto. Al giornalista del Los Angeles Times era sembrato a posto con se stesso.
Dopo avere letto la storia di Charles Webb ho pensato (vecchia idea) che, per cominciare, sarebbe cosa giusta abolire le eredità. E noi stiamo ancora a parlare di vitalizi. Oplà.

Comments are closed.