Paragoni

24 Lug

Paul Krugman è premio Nobel per l’economia. Scrive regolarmente sul New York Times.
Nel suo ultimo pezzo corre il paragone tra “il modello italiano” di trattamento del virus e quello americano.
Dice Krugman che se il confronto fosse tra Germania e Stati Uniti capiremmo che non ci sarebbe gara. Ma lui paragona la nazione europea più afflitta da burocrazia, età media altissima ed economia stagnante (siamo noi) con la nazione prima al mondo (gli americani se lo dicono da soli da sempre senza eccezioni, da Obama a Trump passando per tutti gli inquilini della Casa Bianca).
Nella sfida l’America esce disastrata.
Noi abbiamo sentito molto parlare di modello italiano in questi mesi. Riassumendo io citerei scuole chiuse, industrie che non si sono mai fermate al nord, frontiere bucate e chiusi in casa ad ascoltare i bollettini della Protezione Civile.
Le mascherine però le abbiamo messe sempre e le mani ce le siamo lavate.
In America, in molti stati e all’interno della Casa Bianca, nemmeno questo hanno fatto.

Comments are closed.