Ma Biden ?

3 Ott

Trump non sta bene ma gli Stati Uniti nemmeno.
Disney licenzierà 28mila dipendenti. American Airlines 19mila. United, la compagnia aerea, 16mila. La società di assicurazioni Allstate 3800. La Shell circa 9000, probabilmente. Il fornitore della Difesa Raytheon manda a casa 15mila lavoratori. E Ralph Lauren 3.700. Eccetera.
Le più colpite sono le donne. A settembre hanno ufficialmente perso la busta paga 865mila donne e 216mila uomini.
A New York il 50% dei bar e ristoranti potrebbero chiudere per sempre entro sei mesi.
Sono tutte famiglie con sei mesi di disoccupazione pagata e poi nulla.
Il mercato del lavoro americano è più dinamico del nostro ma le cadute hanno storicamente un tempo definito. In questo quadro il futuro è avvolto nella nebbia. Fino ai vaccini.
Cosa fa “la politica” in questa tragedia che ha prodotto nel paese 207mila vittime, ad oggi? Cosa cambierebbe con Biden?
Credo poco per le famiglie rimaste senza salario. Forse nemmeno avrebbero la sanità gratuita che non è nel programma dei democratici, uscito dalla Convention.
Certo, Biden ha messo sempre la mascherina, ha fatto campagna elettorale dal basement di casa sua ma quando è emerso nel dibattito con Trump della scorsa settimana ha denunciato tutti suoi 78 anni. Che, con eccezioni, è tanta roba per guidare un paese come gli Stati Uniti.
Tutti si sono spesi a dire di Trump. Ma Biden? È stato il vuoto assoluto. Uno stanco dispensatore di luoghi comuni che, avendo Trump come interlocutore, è ad alcuni sembrato lanciare lampi di saggezza. Fuffa.
Se io ho pagato più tasse di Trump in America ormai non indigna più nessuno.
Se salta fuori un’altra affettuosa relazione di Trump nemmeno Melania sbatte la porta.
Quello che smuoverebbe coscienze e pance sarebbe un nuovo grande piano per l’occupazione. E uno per la politica fiscale che ora premia i più ricchi e consente fughe all’estero dei grandi della Silicon Valley.
Il vecchio Sanders e la giovane Ocasio Cortez hanno spostato gli equilibri nel corpaccione del partito Democratico, di solito impermeabile alle scosse.
Black Lives Matter e l’occhiolino di Trump ai suprematisti bianchi hanno radicalizzato anche chi naviga sempre solo nella vasca da bagno. Si è alzato un vento di nuova consapevolezza che ora si intreccia a quello della disperazione economica reale.
Biden che balbetta sul palco nel dibattito con Trump è una bandierina meno connotata di Hillary. Fa politica da quando è nato e almeno sa che i tempi cambiano. Anche se lui stesso non sa come e in che direzione.

Comments are closed.