KennedyLeaks

18 Gen

E’ difficile digerire per l’America la storia dei tre fratelli Kennedy legata, come un cordone ombelicale mai reciso, alle origini profonde della nascita di questo paese. Difficile produrre materiali, fare ricerca, investigare, senza trascinare la storia in interpretazioni agiografiche o demolitorie dettate dall’attualita’ politica. Eppure su nessun altro uomo politico al mondo sono state pubblicate tante biografie come su JOHN KENNEDY. Eppure i video delle immagini dell’assassinio di Dallas sono stati i piu’ visti nella storia, nel secolo preyoutube. Cosi’ quando accade, come e’ successo la scorsa settimana, che la serie THE KENNEDYS sia cancellata da HISTORY CHANNEL tutti si chiedono perche’.
Io un buon motivo ce lo avrei. Per un macroscopico errore di casting.
Ma come si fa a far interpretare Jacqueline Kennedy da KATIE HOLMES, la sciapita signora Cruise, e non da JANUARY JONES, la grande Betty Draper e chi meglio di JON HAMM, Don Draper, per John Kennedy?…

Ma pare non sia andata cosi’. La produzione canadese degli otto episodi (costo tra i 25 e i 30 milioni) non avrebbe passato il test di fedelta’ degli storici, vicini alla famiglia Kennedy. Si erano da tempo diffuse voci di malcontento sul trattamento che conteneva riferimenti all’attivita’ extraconiugale dei Kennedy ma ora sembra che il leak, la falla, sia in tutto lo script, opera del creatore della serie JOEL SURNOW,  gia’ cocreatore della serie di grande successo 24, andata in onda per otto stagioni e chiusa nel maggio dello scorso anno.
Certo il mastro Geppetto dell’agente Jack Bauer di 24 e’ difficile vederlo costruire un John Kennedy esemplare, canonico, politicamente stracorretto. Surnow e’ notoriamente e pubblicamente targato conservatore. Ma cio’ non ha impedito a laiche giurie di premiare, giustamente, la serie 24 con Emmy e Golden Globe. Quindi roba nota prima di cominciare.
E’ nato nel frattempo un autentico movimento con tanto di sito e oltre 50mila firme per bloccare la serie. E THE DAILY BEAST ha reso note otto scene contestate e il trailer. Io che mi sono laureato tanti anni fa alla Statale di Milano con una tesi sugli anni di Kennedy (e Johnson, grande presidente) e colleziono (ora meno) memorabilia kennediane, questa serie vorrei vederla (anche SHOWTIME, STARZ e FX l’hanno rifiutata dopo History Channel). Intanto mi consolo con la pubblicazione (questo e’ un LEAK che mi piace) online dell’archivio digitale della John Kennedy Presidential Library, a 50 anni dall’inaugurazione della presidenza.
Tutto questo non aggiungera’ comunque probabilmente molto a quello che gia’ si sa. Infinite volte la televisione ha raccontato quella breve stagione della politica. MARTIN SHEEN, prima di essere il presidente di THE WEST WING, ha interpretato sia John che Robert Kennedy. E THE WEST WING, uscita dalle mani di Omero-Aaron Sorkin aveva soddisfatto tutti. Quello era il presidente ideale. E anche l’interprete ideale. Difficile fare meglio.
Pero’ io Kennedy-Jack Bauer me lo guarderei volentieri, se si aprira’ un LEAK da qualche parte.
PS Il 3 dicembre 2010 e’ stata annunciata la morte improvvisa della casting director della serie 24. La vincitrice di Emmy, PEGGY KENNEDY. Omonima.

Comments are closed.