Se chiudono le poste

27 ott

http://youtu.be/7ucVhN6ebgU

La prossima estate le poste americane potrebbero chiudere. Il traffico ridotto causa Internet e il peso della crescita del numero dei pensionati mette in pericolo un’istituzione che e’ un pezzo fondamentale di questo paese , che e’ soprattutto un agglomerato di piccoli e piccolissimi villaggi sparsi nel continente.
Il postino americano , the mailman , da Benjamin Franklin in poi , dal 1775 e’ una figura che quasi si identifica con gli Stati Uniti.
Io quasi ogni giorno incrocio George che riempie la mia cassetta della posta e scambiamo due chiacchere. Vive ad Harlem , gli mancano due anni alla pensione e adora il suo lavoro.
Sono 570mila i postini impiegati oggi e 200mila rischiano il posto di lavoro ( un piano dell’amministrazione Obama prevederebbe comunque 80mila licenziamenti ).
Se chiudono le poste non ringraziero’ Internet , come faccio spesso nel corso della giornata. Da quanto tempo non riceviamo una lettera vera, scritta a penna e quanti secondi fa abbiamo ricevuto un tweet ?

Comments are closed.