Darwinismo musicale, dal softporno alla tv dei ragazzi

26 nov

Prendo questa storia da Slate e ve la rimbalzo. Nel 1968 il prolifico e talentuoso autore di colonne sonore, l’italiano Piero Umiliani, scrive un pezzo storico che tutti abbiamo ascoltato almeno una volta in una delle sue quasi infinite variazioni, covers che ancora oggi vengono prodotte.
E’ la partenza che sorprende e diverte. Originalmente composta per il documentario , non da Oscar, “Svezia inferno e paradiso” arriva fino ai Muppets e a The Office, per dire solo della televisione piu’ nota a noi.
“Mahna mahna” ( questo il titolo ┬ámentre quello originale era il meno criptico “Viva la sauna svedese” ) potrebbe benissimo essere la colonna sonora di questi tempi in cui , non solo in Italia, si incrociano festini e tracolli. Quasi quasi meglio di Ob-La-Di , Ob -La-Da.
P.S. Oltre 200 i film di Umiliani, da I Soliti Ignoti , passando per Ric e Gian alla Conquista del West e approdando a pezzi dentro Ocean’s Twelve e Kill Bill

Comments are closed.