Quel 99% di invidiosi

31 Dic

E’ ripartito allora il campionato di basket, la NBA. E i miei Knicks hanno ripreso ad andare a singhiozzo, anzi decisamente male. Invece LeBron James sta avendo il suo miglior inizio di sempre. Sta giocando in una maniera incredibile.
La prendo alla larga per arrivare ad un pezzo del New York Times di oggi che, andando indietro nel 2011 nello sport, ci ricorda una dichiarazione di James che suscito’ sconcerto all’epoca del suo trasferimento a Miami, poco più’ di un anno fa.
James, contrariato per le critiche alla sua gestione della scelta ( uno special in primetime tv solo per sciogliere il dubbio ) dichiaro’ alle telecamere: ” Alla fine della giornata tutti quelli che mi criticano si dovranno svegliare domattina e avere gli stessi problemi personali che avevano oggi. Io continuerò’ a vivere la vita che voglio e rende felice me e la mia famiglia. Ma tutti gli altri dovranno confrontarsi con i problemi del mondo reale” . Per questo il New York Times oggi titola “JAMES RICORDA AI FANS CHE LUI E’ PIU’ RICCO DI LORO” . Naturalmente agenti, sponsors fecero subito ritrattare a James la spontanea dichiarazione e lui, il più’ bravo di tutti con la palla, si scuso’.
Per i cultori della teoria dell’invidia come motore del movimento Occupy Wall Street , come accenna sempre il new York Times, questa e’ la citazione che conta. Non c’e’ bisogno di andare a scomodare Karl Marx, che aveva altri problemi.

Comments are closed.